venerdì 10 febbraio 2012

Marionetta fuori porta di carnevale in pasta sintetica per modellare (DAS)


Millenni fa nelle zone dove abitiamo c'era un grande lago-mare, dove pare vivesse un cattivissimo drago le cui enormi costole sono tutt'ora conservate in numerose chiese della zona. 
Cosa c'entra con la marionetta fuoriporta di carnevale? Poco niente, solo per dire che l'impressionante tasso di umidità di questi luoghi post-paludosi non mi consente di appendere una semplice marionetta di carta come fuori porta di stagione. Sarebbe stato troppo semplice!

Ma di certo non possiamo continuare a tenere quello che abbiamo ora, pieno di palline dorate e cristalli, anche se il paesaggio innevato fa ancora molto natale.


La marionetta di carta ce la stampiamo dal PC e la usiamo solo come modello, per spiegare al Pulce come verrà il lavoro finito (e anche per giocare un po' col piccolo). 


Invece stendiamo col mattarello un po' di pasta sintetica per modellare (DAS), che io non uso da quando ero piccola e il Pulce non ha mai maneggiato, e ricaviamo strati sottili ed omogenei su cui incidere i disegni delle marionette.


Nella pasta avanzata col mattarello cilindrico ritagliamo anche dei cerchietti per fare i coriandoli, da usare come ulteriore decorazione per il fuoriporta.
Il lavoro è piuttosto delicato, perché il Pulce non è abituato a questo materiale e s'innervosisce un po' vedendo che il risultato, soprattutto per i disegni piccoli, non lo soddisfa: le linee vengono irregolari e "sporche" di residui di materiale, non riesce a trovare lo strumento adatto per incidere.


Alla fine gli do qualche consiglio, troviamo l'attrezzo, ci prende la mano e disegna due marionette, che sono ancora in lavorazione. Io invece butto giù la marionetta qui sotto (un po' a occhio).


Incidendo un po' più a fondo sui contorni ritagliamo dallo strato di pasta le singole forme e le mettiamo ad asciugare sulla maiolica della stufa: il giorno dopo sono pronte per essere colorate. Ma prima è meglio fare una prova di montaggio!


Il progetto prevede che la mia marionetta, in cui ho previsto dei piccoli fori, venga assemblata come quelle classiche di cartone con dei fermacampioni che ho comprato millenni fa (si, circa all'epoca del lago di cui sopra).


Verifico che lo strato sia abbastanza sottile, e fin qui ci siamo. Ma ovviamente quando il DAS si è asciugato mi sono accorta che i fori non erano precisi, per cui li ho rifiniti con una vite autofilettante. 

il retro della marionetta, montato

Le marionette del Pulce sono ancora da colorare, non so bene se sia il caso di proporgli di usare la tecnica che ho usato io perché col pennello sottile e gli acrilici secondo me ci vuole un po' di manualità per riuscire a rispettare gli spazi già segnati dai solchi nel DAS.
Io ho colorato una sera, da sola, al tavolo della cucina, con calma. E' stato rilassante, piacevole il risultato finale in cui i colori si esaltano vicendevolmente valorizzati dalla linea scavata nel materiale, lasciata neutra.
La sera dopo ho completato il lavoro con una vernice spray all'acqua, che protegge il materiale e dà un'effetto lucido e finito
Quando è stata asciutta ho montato la marionetta.


Quando il Cic si è svegliato dal riposino l'ha scappellata, per cui dalla produzione è finita diretta in riparazione.

A questo punto, per il fuori porta dovrò contare sulle marionette del Pulce, e sulla sua ispirazione!

14 commenti:

  1. Ma che bello questo lavoretto.
    Brava

    RispondiElimina
  2. Ciao, passo per di qui per dirti che hai vinto il mio piccolo giveaway:
    http://sybilletezzelekramer.wordpress.com/2012/02/11/congratulations/
    Congratulazioni! Attendo il tuo indirizzo. Buon finesettimana!

    RispondiElimina
  3. Bellissima... una di quelle attività con i bambini che rendono orgogliosi della creazione nata!

    RispondiElimina
  4. Noo! Troppo bello dobbiamo farlo anche noi!!! Grazie per l'idea!

    RispondiElimina
  5. bellissima!! un'idea splendida per carnevale.
    baci

    RispondiElimina
  6. bellissima idea anche per coinvolgere i più piccoli ;)

    sono vecchia di blog ne ho uno sulla cucina.. ma ne ho aperto uno sulla creatività... ti sostengo perchè mi piace troppo il tuo blog e le tue idee ;)
    se ti va passa da me!!

    http://armoniaincucina.blogspot.com
    http://cestinidilana.blogspot.com

    Ti aspetto..sono ancora all'inizio ma ho tantissime idee e spunti da pubblicare!! :D

    RispondiElimina
  7. @ Federica: ciao, grazie per i complimenti! Si, sono già passata a curiosare!!

    @ mammasorriso, CioccoMamma, Sunshine, Giorgia, Elegraf: grazie ragazze! in realtà questa sarebbe la PROVA del lavoretto, vediamo se il Pulce avrà voglia di finirlo... in tal caso avremo finalmente un fuori porta di stagione! :-)

    RispondiElimina
  8. Voglio coppiare il vostro bellissimo Arlecchino. Grazie!

    RispondiElimina
  9. Ma che bello! un'idea bellissima e il risultato è davvero straordinario!Bello bello!!

    RispondiElimina
  10. bellissimo! si può fare anche col cartoncino no? Vista l’attuale povertà delle scuole italiane... A presto!

    RispondiElimina
  11. @ Miriam: si, quella col cartoncino è un classico. Io avevo bisogno proprio di un materiale meno soggetto all'umidità per essere appeso all'esterno senza "imbarcarsi" o stingersi...

    RispondiElimina

Lasciami un tuo commento! (grazie!)

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Avvertenza

Questo blog non è una testata giornalistica e non ha scopi di lucro.

Potrebbero essere state utilizzate occasionalmente immagini trovate nel web che ho ritenuto interessanti. Qualora i proprietari di tali immagini vedessero lesi i propri diritti su tale materiale sono pregati di segnalarmelo così che io possa immediatamente rimuoverlo.