not follow

DISABLE RIGHT KEY

venerdì 31 ottobre 2014

Nel mondo di Yok-Yok per il Venerdì del Libro

Prima che sia troppo tardi, prima che anche il mio piccolo Cic sia troppo grande per apprezzare questo dolce personaggio, voglio raccontarlo qui, il mio amore per Yok-yok.

Il mio assistente personale alle porte USB e la sua casina-noce. Vi presento Yok-yok dal vivo

Io lo conosco per via di alcuni libri illustrati che sono riuscita a scovare, attirata da un buffo cappello rosso-arancione e dai fantastici disegni di una vecchia conoscenza, l'illustratore svizzero/americano Étienne Delessert, e ora provo a presentarvelo.

Yok-yok è l'ometto buffo fatto con i ritagli di carta, protagonista di una serie televisiva animata della televisione svizzera. Seguendo le sue avventure i bambini scoprono la natura con piccole meraviglie e magie.

Da questi brevi cartoni animati di grande successo è stata tratta una serie di libri illustrati tra la fine degli anni '70 e l'inizio degli anni '80, in francese, in inglese e poi in tante anche lingue, anche in italiano.
(Tutta la storia la racconta bene il loro autore, in una bella intervista qui).

Ormai non è facile trovarli: magari in biblioteca... magari un assaggio come videolettura..

Videolettura di "La talpa" da "Yok-yok, il circo e altre storie" 
di Anne van der Essen e Etienne DelessertEdizioni EL, 1981

Per fortuna le francesi edizioni Gallimard nel 2011 hanno pubblicato nuovi volumetti illustrati, molto diversi nella realizzazione delle illustrazioni e nell'impaginazione, con disegni molto grandi e curati, storielle brevi e surreali.
Yok-Yok è nato in una noce, lasciata cadere da un corvo curioso. Allegro folletto dal grande cappello rosso a forma di fungo. [...] Accompagnato dai suoi due amici Noire il topo e Josée il bruco, vivrà delle avventure meravigliose dove convivono in armonia la natura, l'ecologia, l'umorismo e la magia.
Sono in francese ma hanno davvero poche parole, si può fare.
E poi magari è l'occasione di avvicinarsi anche a questa lingua melodiosa (oltre che all'inglese, imperativo).

Il volumetto qui sotto, ad esempio, è davvero incantevole, e con le sue mille sfumature potrebbe conquistare qualunque amante dei gatti.

immagine tratta da qui

Invece il preferito del Cic è questo: "I buoni e i cattivi". Dopo averlo guardato tante e tante volte il sottobosco, in montagna, gli è sembrato popolato di tanti piccoli amici/nemici!

immagine tratta da qui

Per il Cic, che come si è capito per ora condivide la mia passione, ho dovuto perfino preparare un disegno in esclusiva da colorare (pdf scaricabile da qui) , tratto dalla copertina del libro: ""Yok-yok, il circo e altre storie" di Anne van der Essen e Etienne Delessert Edizioni EL, 1981.




Yok-yok giocoliere, matite colorate su "disegno da colorare", campitura a 4 mani di V1MB e Cic, 4 anni

Dicevo. 
Ritornato un poco in auge il personaggio, in Francia hanno quindi ripubblicato anche il CD con le canzoni originali di Henri Dès, cantate da Sylvie Genillard. Però io ne sono stata un po' delusa, perché le melodie sono veramente troppo scontate e ripetitive, a mio parere adatte solo ad un pubblico di bambini piccoli francofoni (non certo canzoncine esuberanti, vitali e... internazionali come le canzoni di Tinga-Tinga!)

immagine del CD tratta da qui
Questo post partecipa al Venerdì del Libro di HomeMadeMamma

Tutti i diritti riservati  "Etienne Delesert / Anne Van Der Essen / Atelier Carabosse"


- - -


QUALCHE APPUNTO




Per una approfondita analisi del fenomeno "Yok-yok" rimando al ricchissimo articolo di Annie Rolland.


Per un assaggio dei cartoni animati di Yok-yok si può guardare i video :

- su YouTube in bassa qualità, montaggio di brevissimi "intermezzi" 
                        SRC - Interlude: Yok Yok 1
                        SRC - Interlude: Yok Yok 2

La canzoncina di Yok-Yok, molto carina, orecchiabile e, alla fine... difficile da dimenticare... si può trovare 
- QUI

Chanson de Yok Yok : 
Yok - Yok
On m'appelle Yok-Yok
Et tu sais pas quoi ?
Je vis dans une coque
Dans une coquille de noix
On m'appelle Yok-Yok
Et tu sais pas moi !
Moi je vis dans une coque
Dans une coquille de noix
Et dans ma coquille de noix, il y a...
[Il y a...]
Des grillons, des papillons
Des bouquets de petits chardons
Et puis des harmonicas
Au fond de ma coquille de noix
Et un ver luisant mignon
Allumé comme un petit lampion
Voilà tout ce qu'il y a
Chez moi dans ma coquille de noix
Ah !! Ah !!
On m'appelle Yok-Yok
Et tu sais pas quoi ?
Je vis dans une coque
Dans une coquille de noix
On m'appelle Yok-Yok
Tu viens avec moi
Jouer dans ma coque
Dans ma coquille de noix
Car dans ma coquille de noix, il y a...
[Qu'est-ce qu'il y a ?]
Des lapins et des bouvreuils
Des souris, un écureuil
Et tous mes amis des bois
Au fond de ma coquille de noix
Il y a même une chanson
Qui se joue sur un p'tit violon
Voilà tout ce qu'il y a chez moi
Dans ma coquille de noix
Fabrique-toi un grand chapeau
Colorie le rouge très beau
Enfonce le bien sur tes yeux
On s'ra pareil tous les deux
On m'appelle Yok-Yok
Et tu sais pas quoi ?
Je vis dans une coque
Dans une coquille de noix
On m'appelle Yok-Yok
Et tu sais pas ! Moi
Je vis dans une coque
Dans une coquille de noix


Interprète : Genillard Sylvie
Auteur : Pierre Grosz
Auteur : A Van Der Essen
Compositeur : Henri Dès

Le informazioni su Yok-yok, piuttosto scarse in rete se non in francese, le ho tratte da:
dalle interviste a Delessert e dall'articolo della Rolland

Etienne Delessert è proprio quello di "Odio leggere".
Interessante una recente intervista qui.
E anche questa, in francese, dove racconta tutta la storia di Yok-yok, dai piccoli intermezzi di 10 secondi ai libri.
Io me lo ricordo dalle copertine della collezione di Graphis di mio padre che sfogliavo da piccola.

immagine tratta da qui

giovedì 30 ottobre 2014

"Halloween Night": spartito della canzoncina in inglese per bambini facile da suonare (free music sheet)

Partitura trascritta a orecchio dal video "Halloween Night" trovato su YouTube
L'effetto "presenza" della tastiera sembra stia funzionando!
Complici le canzoncine delle feste in arrivo, ricevo diverse richieste di imparare qualche piccola melodia.

Grazie a Noteflight, programma online gratuito per la notazione musicale, in pochi minuti siamo riusciti a ricostruire ad orecchio uno spartito essenziale per la canzoncina in inglese che il Pulce sta cantando a scuola, con un video che lo fa tanto ridere. La musica è attribuita a Matthew J. Dorman, PhD.

Il testo completo (lyrics) si può trovare alla corrispondente pagina YouTube.



Qui riporto solo il ritornello, che è quello su cui ci siamo basati per mettere le note sul pentagramma:
HALLOWEEN NIGHT 

Walking down the street, on Halloween night
Lots of scary monsters, and other strange sites..
Ed ecco il file .pdf, per i nostri musicisti in erba. Si suona su una tastiera con 3 dita!!! 1-1-1-2-3....


Pumpkin Clip Art

mercoledì 29 ottobre 2014

Strategie di avvicinamento alla musica. Cominciamo da Star Wars?


Anche quest'autunno tiro fuori la tastiera dello zio Daniele e la metto in salotto.
Ci resterà per tutta la stagione fredda: non si sa mai che a qualcuno venga voglia di suonare!

Non voglio costringere i miei bambini a imparare uno strumento, o a saper per forza leggere la musica.

Mi piacerebbe che avessero qualche confidenza con l'espressione musicale, in modo da ricavarne quel piacere più sottile di chi sa apprezzare un brano musicale non solo per come suona ma anche per come è stato pensato. Abbiamo inventato e costruito la tombola delle note e ci siamo divertiti. E ora?

Mi piacerebbe che provassero l'emozione di suonare, o cantare in gruppo, perché dà un sacco la carica.
Ma solo se fosse un reale piacere, per loro.

Intanto io so ancora strimpellare qualcosa.. da dove posso partire quest'anno?

Raccogliamo qualche indizio tra gli attuali interessi dei miei pargoli:

Battaglia spaziale da Guerre Stellari. Matite colorate, penne gel e pennarelli argentati su carta da disegno ruvida.
Pulce, 8 anni..  "Intanto, nella base ribelle.."
Invito ad una rivisitazione di Star Wars con i Lego messa in scena dal Pulce e dal Cic (con un misto di modellini Lego originali e altri costruiti ad hoc). Ci sono state almeno 3 repliche.
Battaglia spaziale da Star Wars. Pennarello su carta, Cic 4 anni.
Yoda sbaraglia il cattivo. Matite colorate su carta, Cic 4 anni. (La dinamicità di questa azione mi lascia basita)

Non mi pare che ci possano esser dubbi.. sono monomaniaci!

Io a questo punto avrei cominciato da qui.. il "Tema di Guerre Stellari" di J.Williams.

tratto da qui
Ma, a grande richiesta, ecco il tema prescelto: la "Marcia Imperiale", ovvero il "Tema di Darth Vader", di John Williams.


immagine tratta da qui

Certo, per essere Imperiale, è proprio imperiale!


e... certo, questo tema può avere i suoi estimatori..


E' divertente vedere come si sviluppa..



Darth Vader Comic Character Clip ArtAnche se può avere qualche inconveniente azzardarsi a suonarlo.. guardate cosa è successo a un certo punto (minuto 1,51) all'Icelandic Philharmonic Orchestra! (qui da dietro le quinte)



A quanto pare non siamo i primi a cui viene in mente di cominciare da qui ;)



Stormtrooper Comic Character Clip ArtE allora forza, mettiamoci al lavoro... sol-sol-sol, mi-si-sol, mi-si-sol!!


Comincio io, per sentire com'è, mostrare quali sono i tasti da usare.
Il Pulce prova, con un solo dito.. i tasti neri non lo spaventano..
Mettiamo il "suono dell'orchestra", che è più divertente!

 (Orchestra hit, da Wikipedia)

Il nonno, appassionato di musica classica "vera", mi sa che se ne dovrà fare una ragione..

lunedì 27 ottobre 2014

Giocare con la lana cardata: la coniglietta Mofy fai da te

Mofy fatta da noi con la lana cardata

Il lunedì, si sa, qui da sempre è giorno di leggerezza.
E non c'è niente di più leggero e morbido di un batuffolo colorato, giusto?

Mi viene allora da raccontare che, in un'altra grigia mattina da passare tranquilli in casa, abbiamo deciso di fare un lavoretto con la lana cardata, tanto per provare.
Abbiamo chiesto al Pulce di spiegarci come si usa questo materiale, ho approfondito un  po' su internet tra le infinite risorse scovate da Maria e poi ci siamo messi a pensare al soggetto ideale in cui cimentarci.

Ovvio, Mofy!

immagine tratta da qui
Mofy è la tenera coniglietta di cotone protagonista di un cartone italo-giapponese (realizzato dal mitico Studio Misseri, quello di "Mio Mao" fatto con la plastilina) che è molto dolce ma crea discordia in famiglia, dato che quando la trasmettono il Cic vuole guardare mentre il Pulce vuole cambiare.

Invece questa volta la scelta di usare Mofy come soggetto è stata unanime, perché è semplice come forme, avevamo già la lana dei colori giusti, e poi la lana cardata è il materiale più simile ai batuffoli di cotone, leggeri e colorati, di cui è fatto il mondo di Mofy!

Il Pulce ci illustra la tecnica per utilizzare la lana cardata
I materiali occorrenti per un primo lavoretto di prova sono stati, per noi:

- lana cardata di diversi colori
- aghi per lana cardata
- tappeto di gommapiuma

Mofy di lana cardata ed i materiali che abbiamo usato







Il risultato? Nel nostro: caso bidimensionale e perfettibile, di sicuro.
Però siamo riusciti a far partecipare anche il Cic, di 4 anni, senza dolorose punture sulle dita.

E poi la foga e la precisione che servono per dare forma, punzecchiandola, alla lana cardata alla fine danno una bella soddisfazione.

Da provare!

venerdì 24 ottobre 2014

Filastrocca per le dita delle mani con i personaggi di Star Wars

"Quadernino" contemporaneo



Sabato 28 giugno 2014



Io e mio fratello ci siamo appassionati di STAR WARS e dato che a Elia non piace farsi tagliare le unghie, ho pensato di inventargli una filastrocca da raccontargli quando gli si tagliano le unghie:
Io sono il pollice e sono Han Solo, 
l'indice è un caccia che prende il volo. 
Il medio è Chewbecca il mio peloso compare
il Millennium Falcon amiamo guidare. 
Io sono l'anulare, e sono la Morte Nera,
volo nello spazio mattina e sera. 
Il mignolo è Fener, il suo comandante
tutti i suoi ordini vengono eseguiti all'istante.

                                                                                                       M.G., 8 anni 
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...