mercoledì 24 novembre 2010

Buio in sala.. per bambini

Oggi ho pensato, per il buio in sala di Nati per Delinquere, di suggerire qualche film(etto) per bambini, seguendo l'invito di La scuola in soffitta.
Oggi ho passato una bellissima giornata di sole, a spasso lungo il fiume con un'amica ritrovata e i nostri passeggini.. non ho avuto molto tempo per il pc ed ho pensato di riunire questi appuntamenti affini ;-)

L'idea di Caffenero di proporre il cinema come spunto per affrontare argomenti interessanti con i bambini mi è piaciuta, anche se io ho sempre associato il cinema, soprattutto quando ero bambina, ad un momento di evasione e di svago.
Da ragazzina a me piaceva tantissimo "Ladyhawke",  un film esemplare per le atmosfere fantastiche e fiabesche, interpretato dalla fascinosa Michelle Pfeiffer e dal mitico Rutger Hauer, quello di Blade Runner ("Ne ho viste cose che voi umani...") ed ambientato nel castello di Soncino, piccolo gioiello medioevale. Un'idea potrebbe essere di accompagnare la visione ad una gita qui in pianura ;-)


Prima ancora adoravo "Mary Poppins", anche perchè mi ricordava la mia cara mia baby sitter Rosa e avevo letto in vacanza i romanzi di Pamela Lyndon Travers. Chi non conosce questo classico musical della Walt Disney? Da piccola ho avuto occasione di suonare versioni semplificate delle canzoni al pianoforte, canzoni che il mio bambino adora sentire cantare da quando aveva due anni, pur non avendo ancora visto il film. In rete si trovano facilmente testi e accordi della colonna sonora (qui ad esempio quelli de "la pillola va giù"): si potrebbe proporre la visione del film in un contesto di educazione alla musica!


Intanto però il mio bambino grande i film lunghi non li vuole proprio vedere. Secondo me è perchè l'intreccio si costruisce a poco a poco e lui non regge emotivamente il climax. Non so.
Per ora guarda, come già scrissi, i "filmetti", come li chiama lui, puntate di vecchi cartoni trovate in rete che può godersi quache minuto la sera, alternati alla lettura.
Adora "La linea" di Cavandoli e "La pantera rosa", ma anche "The Aadrvark and the ant", ma non riesco a trovare molto di educativo in questi cartoons, se non la morale che anche se il protagonista non è molto furbo e alla fine non vince sempre, ci si diverte lo stesso.


Un aspetto più educativo lo offre la visione di puntate di semplici cartoon in lingua straniera: il Pulce li guarda dai 3 anni circa senza problemi: se c'è qualcosa che non capisce dai disegni lo chiede a noi, che cerchiamo di essere sempre presenti. Non abbiamo la pretesa di insegnargli le lingue, ma intanto c'è stata l'occasione di spiegargli che non tutti parlano l'italiano, e poi qualche numero in inglese l'ha imparato, grazie alla martellante canzoncina di Richard Scarry!
Qui trovate la prima parte di "The Best Counting Video Ever", qui la seconda e qui la terza, purtroppo non di gran qualità. C'è anche il "The Best ABC Video Ever", un altro dei video educativi della serie di Richard Scarry.


In inglese vediamo anche Maisy Mouse, di cui si trovano anche in Italia i libretti (con le finestrelle!) a nome Pina la Topina. Sono veramente semplici e coloratissimi, tantissime le puntate, raccolte in DVD divisi per tematica (molti disponibili in file sharing su emule):

Maisy – Colors and Counting (2000)

Maisy – Animal Stories (2000)

Maisy – Birthday and other stories (2000)

Maisy – Christmas and other stories (2000)

Maisy – Bedtime and other stories (2000)

Introducing Maisy (2001)

Maisy's Fun in the Sun (2001)

Maisy's Farm (2001)

Maisy – Playtime (2001)

Maisy's ABC (2001)

Maisy – Circus (2002)

Maisy and Panda (2002)

Maisy – Activity Time (2002)

Good Morning Maisy (2003)

Maisy – Fun and Games (2003)

Metto qui una puntata sulla fattoria, ma consiglio caldamente i DVD che trattano gli argomenti dell'alfabeto e dei numeri ( e qui trovate tutte le puntate contenute in ogni DVD).



Poi quando il Pulce era piccolo amava molto i libri di Poppy Cat, e gli piaceva ascoltare la canzoncina che insegna le parti del corpo:



Per la lingua spagnola il top è l'adorabile Pocoyo, ampiamente disponibile su YouTube:



Per il francese ripropongo L'Ane Trotro, disponibile praticamente solo nelle collezioni in DVD (anche condivise su emule).

Nessun commento:

Posta un commento

Lasciami un tuo commento! (grazie!)

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Avvertenza

Questo blog non è una testata giornalistica e non ha scopi di lucro.

Potrebbero essere state utilizzate occasionalmente immagini trovate nel web che ho ritenuto interessanti. Qualora i proprietari di tali immagini vedessero lesi i propri diritti su tale materiale sono pregati di segnalarmelo così che io possa immediatamente rimuoverlo.